L’uguaglianza di fronte al Web

Senato - Dichiarazioni di voto Finanziaria 2008

“Chiunque accetta consapevolmente il procacciamento di voti con le modalità previste dal terzo comma dell’articolo 416-bis in cambio dell’erogazione di denaro o di altra utilità è punito con la reclusione da 4 a 10 anni. La stessa pena si applica a chi procaccia voti con le modalità indicate dal primo comma”. 

Chiunque accetti “consapevolmente” il procacciamento di voti etcetera va in galera. Quindi chiunque venga accusato di tale crimine dirà senz’altro: “Non ne ero consapevole!” e verrà assolto. Continua a leggere